Acer for Education partecipa a Didacta, ecco le Scuole del Futuro

Acer

Acer for Education annuncia la propria presenza a Didacta, la più grande fiera internazionale nel campo dell’istruzione, dedicata quest’anno a Leonardo da Vinci e all’innovazione.

Oggi l’innovazione nelle scuole ha permesso ai docenti di applicare un metodo didattico orientato ad un apprendimento più efficiente, coinvolgente ed immersivo.

Acer for Education è il partner tecnologico ideale, da sempre al fianco delle scuole impegnate nel percorso di creazione di ambienti didattici collaborativi in linea con le esigenze e le sfide del XXI secolo.

Acer Didacta

Fornendo ai docenti, agli studenti e alle istituzioni scolastiche le ultime tecnologie, i contenuti didattici e le soluzioni avanzate, Acer for Education supporta l’ambiente scolastico nella formazione degli studenti di oggi, aiutandoli a diventare leader intraprendenti, rispettosi e socialmente consapevoli di domani.

L’azienda è al centro di un un ricco ecosistema che integra ad una completa offerta di soluzioni hardware (notebook, desktop, monitor, proiettori, tablet, periferiche Virtual Reality ed accessori) software di classroom management e servizi di post vendita confezionati a misura per le esigenze della Scuola.

Didacta Acer

Grazie alla stretta collaborazione con una rete capillare di Partner Certificati, Associazioni, Enti Formativi ed Aziende leader nella creazione di contenuti didattici, Acer for Education continua a supportare studenti ed insegnanti nel percorso di successo nell’era dell’informazione.


“Il nostro obiettivo è promuovere l’innovazione nelle scuole, che a sua volta porta ad approcci rivoluzionari all’istruzione, creando ambienti di apprendimento sempre attivi e interconnessi. Ciò consente agli studenti di trovare nuovi strumenti per aiutarli a rispondere alle sfide che li attendono. Un’integrazione completa e funzionale tra ambientazioni appositamente studiate per l’insegnamento e soluzioni specifiche ed innovative che consentano agli studenti di apprendere con maggiore semplicità e agli insegnanti di gestire al meglio tutte le attività e capitalizzare il tempo a disposizione”

afferma Riccardo Tavola, Education Lead di Acer Italy.

Francesco Del Sole, Direttore Education di Microsoft Italia, ha invece dichiarato:

“Secondo una ricerca Microsoft, il 65% degli studenti di oggi svolgerà in futuro professioni che ancora non esistono. L’Intelligenza Artificiale, la robotica e in generale i nuovi trend digitali stanno già creando nuovi posti di lavoro, generando opportunità incredibili di crescita per il nostro paese e per tutti noi. Per cogliere tutte le opportunità del digitale è fondamentale investire nelle competenze e offrire agli studenti di oggi strumenti didattici evoluti per prepararli al futuro.”

In fiera Didacta saranno esposti i principali prodotti per il mondo scolastico, con particolare attenzione al mobile, proponendo soluzioni di ultraportabilità, robustezza e design, tutte caratteristiche di punta per l’utenza scuola.

Sarà anche possibile partecipare al percorso esperenziale ludico-didattico in collaborazione con Microsoft !

Acer for Education, Fiera Didacta, pad. Spadolini, stand 106, dal 9 all’11 ottobre 2019.

Maggiori informazioni tramite sito ufficiale.

home

Barracuda CloudGen Firewall automatizza e protegge la migrazione delle Imprese al cloud pubblico

Barracuda

La piattaforma SD-Wan garantisce sicurezza, connettività e automazione all’avanguardia in ambienti multicloud

Barracuda Networks, fornitore leader di soluzioni di sicurezza cloud enabled, ha annunciato la release 8 di Barracuda CloudGen Firewall.

Le nuove funzionalità aiutano a semplificare la gestione delle SD-Wan, ottimizzare la connettività cloud e automatizzare una protezione scalabile in ambienti multicloud.

In conseguenza ai processi di trasformazione digitale, le aziende si stanno spostando verso modelli di lavoro distribuito, infrastrutture cloud e sviluppo agile.

Secondo Gartner:

la domanda da parte dei clienti di semplicità, scalabilità, flessibilità, bassa latenza e sicurezza pervasiva sta portando alla convergenza dei mercati della sicurezza di rete e ai confini della WAN, creando il secure access service edge (SASE), con un modello prevalentemente cloud based as a service

Con la versione 8 di CloudGen Firewall, Barracuda ha aggiunto una serie di automazioni capaci di semplificare il deployment e fornire visibilità e controllo per assicurare implementazioni di successo.

La gestione delle SD-Wan può essere complicata. Molti prodotti SD-Wan richiedono giorni e giorni per l’implementazione e, se non configurati correttamente, possono introdurre vulnerabilità

Barracuda

Le nuove funzionalità comprendono

Ottimizzazione dell’Internet breakout

CloudGen Firewall seleziona automaticamente il migliore uplink diretto disponibile per le tipiche applicazioni residenti in Internet, come ad esempio Dropbox o Salesforce.

CloudGen Firewall monitora in background l’Internet breakout diretto disponibile scegliendo dinamicamente il miglior uplink sulla base delle condizioni attuali di Internet.

Cruscotto WAN Path Controller

Ampliando ulteriormente le funzionalità di Firewall Insights, il nuovo cruscotto visualizza dinamicamente i dati SD-Wan globali sullo stato di salute della rete e delle sedi remote.

Ciò permette ai clienti di ottenere un uso più efficiente delle risorse WAN migliorando allo stesso tempo le performance delle applicazioni.

Integrazione automatizzata con Azure vWAn

CloudGen Firewall può ora essere integrato con Azure vWAN con Central Management, Zero Touch Deployment e supporto delle policy Office 365 vWAn per ottimizzare le performance delle applicazioni cloud.

API per l’automazione dell’intero ciclo di vita

CloudGen Firewall è dotato ora di funzioni per la segmentazione della rete, la sicurezza e il controllo degli accessi ai fini di un deployment automatizzato nell’ambito di processi agili di sviluppo cloud.

Ciò aiuta i clienti a realizzare il pieno potenziale delle iniziative di migrazione al cloud.

Barracuda

Auto VPN

CloudGen Firewall Release 8 rende possibile l’automazione VPN per molteplici fornitori cloud, on site e virtuali.

Performance multi-gigabit

Questa nuova versione di CloudGen Firewall può più che raddoppiare le performance di rete nel cloud rispetto alle versioni precedenti.

Ciò permette l’hosting e la protezione anche dei workload che richiedono grandi quantità di banda.

Miglioramento fino al 50% delle performance VPN

L’ottimizzazione e la modernizzazione del motore VPN sottostante permette di sfruttare la potenza di calcolo dell’appliance multi-core e dell’hardware virtuale.

Ciò consente di migliorare fino al 50% il throughput VPN crittato, anche per le unità Barracuda CloudGen Firewall installate.

Potete trovare maggiori informazioni consultando il Sito Ufficiale a questo indirizzo.

fonte

Amazon presenta il nuovo Echo Dot !

Amazon continua ad evolvere il suo ecosistema Alexa è in particolare i suoi dispositivi della serie Echo.

In questi giorni sono stati presentati ben 4 nuovi dispositivi tra i quali c’è la nuova versione di Echo Dot.

Cosa c’è di Nuovo?

Il nuovo Amazon Echo Dot presenta un piccolo display posizionato sotto il tessuto che lo avvolge intorno alla sua circonferenza.

Il design rimane lo stesso, circolare e con la parte superiore liscia dove sono presenti i quattro tasti per i controlli manuali .

Tornando al display, vera novità in questo Echo Dot, amplia le funzioni dell’assistente vocale visualizzando ora, temperatura è tempo residuo del timer.

La luminosità verrà automaticamente regolata a seconda di quanta luce ci sarà nella stanza .

Ovviamente le funzioni legate all’assistente vocale Alexa rimarranno le stesse anzi verranno ulteriormente migliorate e aggiunte alcune nuove richieste.

Ora si potrà ad esempio chiedere ad Alexa di ripetere ciò che ha ascoltato negli ultimi minuti e riconoscerà anche le voci che le richiederanno le cose.

Echo Dot è già disponibile al preordine con spedizioni a partire dal 19 ottobre. Costerà 69,99 euro , dieci euro in più del precedente modello.

OnePlus 7T verrà Presentato Ufficialmente il 10 Ottobre

OnePlus 7T 7T Pro

OnePlus 7T è stato pianificato ufficialmente e la nuova versione dello smartphone cinese, arriverrà il giorno 10 Ottobre, alle 17.00.

Ovviamente stiamo parlando di un aggiornamento relativo al OnePlus 7, che assume però un sapore diverso da un “semplice” aggiornamento.

Il nuovo OnePlus infatti, porterebbe novità sia in ambito di design che in ambito hardware, ovvero relativo alle caratteristiche tecniche.

OnePlus 7T

Come si deduce dall’immagine qui sopra, pare che il nuovo OnePlus 7T sarà anch’esso dotato di un display con refresh rate pari a 90Hz come il fratello maggiore OnePlus 7T Pro.

Inoltre verrà introdotta un nuovo gruppo fotocamera posteriore con nuovi sensori e nuove funzioni come il Super Slow Motion a 960fps/720p, una “Nightscape Mode“, e una funzione speciale per le foto Macro.

Su entrambe le versioni verrebbero poi confermati i nuovi processori Snapdragon 855 Plus e 6/8 GB di RAM a seconda della versione scelta. I tagli di memoria base rimarrebbero 128 GB sul 7T e 256 GB sul 7T Pro.

OnePlus 7T

Nuove batterie su entrambi i modelli con il Pro che adotta una 4085 mAh con super fast charge.

Supporto quasi scontato anche per il 5G su entrambe le versioni con prezzi che dovrebbero partire da 549 euro per il 7T e 799 euro per OnePlus 7T Pro. Maggiori informazioni sul sito ufficiale.

Vivo Nex 3 5G arrivano altri Dettagli sulle Specifiche

Vivo Nex 3

Vivo Nex 3 5G è sempre più vicino e continuano a trapelare nuove immagini con le caratteristiche tecniche del nuovo smartphone della casa cinese.

Nelle ultime ore sono trapelate le caratteristiche tecniche relative a display, processore, memoria, fotocamera e batteria:

Secondo quanto si deduce da questa e altre immagini apparse sul web, il nuovo Vivo Nex 3 con tecnologia 5G dovrebbe presentare un display AMOLED da 6,89 pollici con risoluzione FullHD+Hyper-HDR” e bordi curvi.

Al di sotto di esso ci sarà il sensore per lo sblocco del dispositivo, ad ultra suoni come già apparso su OnePlus 7.

Vivo Nex 3

Per quanto riguarda il processore, si deduce chiaramente che verrà adottato lo SnapDragon 855 Plus (lo stesso anche in questo caso, di OnePlus 7T) con 8GB di RAM e 256GB di storage interno (che sarà probabilmente espandibile).

Probabilmente ci sarà anche una versione da 12GB + 512GB , in versione “Turbo”.

Lascia a bocca aperta anche il comparto fotografico: il sensore principale, dei 3 disponibili, sarà da 64 Megapixel accompagnato da altri due da 13 Megapixel. Questi ultimi saranno sicuramente dedicati al grandangolare e alla profondità d’immagine.

Per quanto riguarda la fotocamera anteriore, si opterà per due sensori da 16 Megapixel con meccanismo a scomparsa.

Vivo Nex 3

La batteria di Vivo Nex 3 sarà da 4500 mAh con il supporto alla ricarica super rapida da 44W e probabilmente anche wireless.

Inutile ribadirlo che il 5G sarà il fulcro delle grandi novità introdotte, in compagnia di NFC, Wifi 6 e Bluetooth 5.0.

Il Vivo Nex 3 5G sarà presentato in un evento dedicato, domani 16 Settembre in Cina. Potrete trovare maggiori informazioni tramite il sito ufficiale Vivo.

SlimQ il più Piccolo Caricatore al mondo a 65W

SlimQ

SlimQ è una proposta che arriva dal portale Indiegogo per conto della startup Homing Systems e ha raggiunto in poco più di 15 giorni, oltre 85.000 euro utili per iniziare la produzione di massa.

Si tratta di un caricabatterie dalle dimensioni davvero ridotte, poco più grande di un pacchetto di chewingum ma con una potenza sorprendente.

E’ dotato di due porte di uscita: una USB standard tipo A capace di ricaricare in modo veloce grazie all’uscita a 18W (5V/2.4A per Apple device’s) e una Type C con uscita a 65W, perfetta per ricaricare il vostro MacBook Pro o portatili simili.

E’ possibile anche ricaricare due dispositivi contemporaneamente con un uscita da 45W sulla type C e 18W sulla type A.

SlimQ

SlimQ pesa solamente 91 grammi contro i 220 dei notebook tradizionali e i 193 del caricabatteria di Apple.

E’ molto facile anche da trasportare viste le sue dimensioni di 65 x 33 x 28 mm , davvero ultra compatto!

SlimQ è disponibile tramite la piattaforma Indiegogo, con un prezzo di lancio fissato a 35 euro , con spedizioni pronte a partire nei primi giorni di Ottobre anche se nell’offerta viene specificato Settembre.

Insomma sicuramente un accessorio davvero molto interessante se siete interessati ad alleggerire il vostro bagaglio o il vostro zaino di lavoro.

Fatemi sapere cosa ne pensate, qui sotto nei commenti! Intanto vi lascio al video ufficiale di SlimQ per valutare ancor meglio le sue dimensioni-slim!

Apple Watch 5 ! Always on Display, Ceramica e Titanio

Apple Watch serie 5

A sorpresa arriva il “nuovo” Apple Watch Serie 5 con diverse nuove novità, nuovi materiali e con i precedenti modelli ora più economici !

Apple Watch

Ma la novità più interessante è l’introduzione dell’ Always On Display, caratteristica davvero innovativa sullo smartwatch di Apple.

Apple Watch 5

Anche in questo caso, non cambia il design. Stessa cassa, stessi cinturini e stesse funzioni (per altro ampliate con l’arrivo del nuovo watchOS 6).

Ma Apple Watch serie 5 ha ora un display completamente nuovo, capace di supportare l’ Always On ovvero “sempre acceso, in modalità risparmio…”.

Nonostante la nuova funzione, Apple garantisce la stessa autonomia della precedente versione, ovvero una giornata completa.

Arriva anche la bussola integrata con i dati relativi all’altitudine e i materiali ordinabili ora sono anche il Titanio e la Ceramica (onestamente a prezzi inavvicinabili).

Le vere novità arriveranno con watchOS 6, che sarà disponibile ovviamente anche per i modelli precedenti. Con la nuova versione dei sistemi operativi, Apple aggiornerà anche l’app salute per iOS 13 rendendola ancora più ricca e “preziosa” per la nostra salute.

Non cambiano i prezzi per le versioni “base” Sport da 459 euro mentre si sale a 759 euro per la versione con cassa in acciaio inossidabile. Il titanio parte da 859 euro mentre per la ceramica si sfiorano i 1500 euro.

Leggermente rinnovate anche le serie Nike Edition ed Hermes Edition con nuove colorazioni e nuovi cinturini.

Trovate maggiori informazioni e dettagli sul sito ufficiale Apple.

iPhone 11 Presentato Ufficialmente da Apple

iPhone 11

iPhone 11 è finalmente stato presentato durante il Keynote di Apple tenutosi poco fa a San Francisco, allo Steve Jobs Theater.

Dopo i tanti rumors che si sono rincorsi in queste settimane, abbiamo finalmente la conferma del design del nuovo iPhone.

In realtà le linee rimangono sempre quelle, non cambia granché da iPhone X e iPhone XS se non per il gruppo fotocamere posteriori, ora racchiuse in un box quadrato in alto a sinistra.

La parte frontale rimane pressapoco invariata, non scompare il Notch e non vengono introdotte nuove modifiche al design.

Vediamo innanzitutto le caratteristiche principali dei nuovi iPhone XI :

Caratteristiche Principali

iPhone 11

iPhone 11

  • DIMENSIONI: 150,9 x 75,7 x 8,3 mm
  • PESO: 194 g
  • DISPLAY: 6.1 pollici Liquid Retina Display (1792×828 pixel a 326 ppi)
  • PROCESSORE: Apple A13 Bionic
  • MEMORIA INTERNA: 64, 128, 256 GB (non espandibile)
  • FOTOCAMERE POST: Doppia camera 12 MPX con Ultra angolare + HDR, Portrait Mode e Night Mode
  • FOTOCAMERA ANT: 12 Megapixel
  • BATTERIA:
  • RICARICA WIRELESS:
  • COLORI DISPONIBILI: 6
  • PREZZO: a partire da 839 euro
iPhone 11 Pro

iPhone 11 Pro

  • DIMENSIONI: 144 x 71,4 x 8,1 mm
  • PESO: 188 g
  • DISPLAY: 5.8 pollici Super Retina Display XDR (2436×1125 pixel a 458 ppi)
  • PROCESSORE: Apple A13 Bionic
  • MEMORIA INTERNA: 64, 256, 512 GB (non espandibile)
  • FOTOCAMERE POST: 3 Fotocamere (12 f/1.8 +12+12 Megapixel)
  • FOTOCAMERA ANT: 12 Mpx
  • RICARICA WIRELESS: si
  • COLORI DISPONIBILI: 3
  • PREZZO: a partire da 1089 euro
iPhone 11 Pro Max

iPhone 11 Pro Max

  • DIMENSIONI: 158 x 77,8 x 8,1 mm
  • PESO: 226 g
  • DISPLAY: 6.5 pollici Super Retina Display XDR (2688×1242 pixel a 458 ppi)
  • PROCESSORE: Apple A13 Bionic
  • MEMORIA INTERNA: 64, 256, 512 GB (non espandibile)
  • FOTOCAMERE POST: 3 Fotocamere (12 f/1.8 +12+12 Megapixel)
  • FOTOCAMERA ANT: 12 Mpx
  • RICARICA WIRELESS: si
  • COLORI DISPONIBILI: 3
  • PREZZO: a partire da 1189 euro

Versioni

Sono tre i modelli disponibili presentati: quest’anno arrivano iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max.

Differenziati principalmente dalle dimensioni della scocca e di conseguenza del display, rispettivamente da 5,8 – 6,1 e 6,5 pollici.

Ricarica Wireless ma nessuna Novità

Chi si aspettava la ricarica wireless “inversa” rimarrà sicuramente deluso perché non è stata presentata nessuna novità a riguardo. Ci sarà una modalità di ricarica più veloce si ma nulla di più. (delusione)

Doppia e Tripla Fotocamera Posteriore

iPhone 11 Pro

iPhone è sempre stato riconosciuto come uno dei migliori camera phone presente sul mercato.

Con iPhone 11, arriva finalmente una doppia fotocamera in grado di supportare il grandangolare, con un apertura di 120° , viene colmata quella mancanza che fino ad oggi era presente sugli smartphone della casa di Cupertino.

iPhone 11

Supporto completo per i video fino a 4K a 60 fps, slow motion e super stabilizzazione cinematica.

iPhone 11

Viene inoltre introdotta la modalità Night Mode con sorprendenti risultati, almeno da quanto ci hanno fatto vedere durante la presentazione.

Inoltre le due fotocamere migliorano ulteriormente, grazie ai nuovi sensore da 12 MPX con apertura f/2.0 in grado di scattare foto in qualsiasi modalità, anche con assenza quasi totale di luce.

iPhone 11

iPhone 11 Pro e Pro Max invece presentano 3 obiettivi, tutti da 12 Megapixel con wide camera, ultra wide camera e telephoto camera.

Viene lanciata anche una funzione esclusiva, Deep Fusion capace di sfruttare tutta la potenza delle nuove camere di iPhone 11 Pro e in grado di catturare anche i dettagli più impercettibili.

La seconda camera è ora in grado di garantire un Zoom Ottico 2X, senza perdita di qualità unita ovviamente al grandangolare da 0.5X.

Deep Fusion è una nuova tecnologia in grado scattare 9 foto, di cui 8 precedentemente al click sul tasto della fotocamera e creare una sorta di collage analizzando pixel per pixel e rimuovendo l’eventuale rumore presente nello scatto.

Grazie alla potenza di alcune app come Filmic , iPhone 11 Pro viene sfruttato in tutte le sue potenzialità riuscendo a switchare da una fotocamera all’altra in tempo reale, come un videocamera professionale.

iPhone 11 Pro

Potenza Senza Limiti

I nuovi iPhone 11 Pro si basano sul nuovo chip Apple A13 Bionic che garantisce prestazioni davvero pazzesche ma sopratutto consumi ridotti rispetto ad iPhone X e Xs.

La batteria del Pro, secondo Apple, è in grado di garantire 4 ore di utilizzo in più rispetto ai precedenti modelli, 5 ore per il modello Pro Max.

Un iPhone sicuramente pensato per la realtà aumentata e per gestire applicazioni con grande quantità di grafica 3D.

Niente USB-C, rimane il Lightning

La tanto attesa porta USB-C non arriva nemmeno quest’anno. E pensare che era l’unica cosa che pensavo certa, vista ormai l’introduzione su iPad Pro.

Prezzi e Disponibilità

I nuovi iPhone 11 saranno disponibili in Pre Ordine a partire da domani 11 Settembre e le spedizioni inizieranno a partire dal 20 Settembre.

Ecco i prezzi e le versioni:

iPhone 1164 GB839 euro
iPhone 11128 GB889 euro
iPhone 11256 GB1009 euro
iPhone 11 Pro64 GB1189 euro
iPhone 11 Pro256 GB1359 euro
iPhone 11 Pro512GB1589 euro
iPhone 11 Pro Max64 GB1289 euro
iPhone 11 Pro Max256 GB1459 euro
iPhone 11 Pro Max512 GB1689 euro

Potete trovare tutti i dettagli e maggiori informazioni sul sito ufficiale di Apple.

Apple Music è ora disponibile tramite Piattaforma Web

Apple Music

Apple Music , il famoso servizio di streaming musicale lanciato da Apple nel giugno 2015, è finalmente accessibile anche tramite piattaforma web.

Il colosso di Cupertino si sta finalmente mettendo alla pari con quello che è il maggior concorrente sul mercato dello streaming musicale ovvero Spotify.

Apple Music

Da un paio di giorni, Apple ha finalmente introdotto la possibilità di fruire degli oltre 50 milioni di brani disponibili su Apple Music, direttamente via web come avviene già per il diretto concorrente.

La nuova piattaforma lanciata è, al momento, ancora in fase Beta ma entro la fine dell’anno diventerà definitivamente realtà.

Apple Music

E’ comunque già possibile provare il servizio a patto che disponiate di un abbonamento mensile ad Apple Music. Per vedere in anteprima la nuova piattaforma, è sufficiente collegarsi a QUESTA PAGINA.

Ricordo inoltre che Apple Music diventerà anche un app a tutti gli effetti, a partire dalla nuova versione del sistema operativo per Mac, “macOS Catalina” e si scoglierà definitivamente dal famoso iTunes, destinato alla chiusura definitiva.

Insomma, lo streaming musicale sembra davvero essere il futuro, o meglio il presente, della musica. Voi cosa ne pensate?

IFA 2019 : Motorola presenta One Zoom e e6 Plus

Motorola IFA 2019

A IFA 2019 è presente anche Motorola che presenta altri due interessanti smartphone chiamati One Zoom ed e6 Plus rivolti verso l’autonomia ma soprattutto alla fotografia mobile.

Motorola One Zoom

One Zoom, come si capisce chiaramente dal nome, è uno smartphone rivolto agli appassionati di fotografica mobile.

Motorola One Zoom

Abbastanza compatto grazie alle dimensioni di 158,5 x 75 x 8,8 mm di spessore e con un peso complessivo di 190 grammi.

Tutto sulle Fotocamere

Il nuovo dispositivo di Motorola, dispone di ben 4 fotocamere nella parte posteriore. Il sensore principale è da 48 Megapixel con apertura f/1.7 ed è dotata di una nuova tecnologia chiamata Pixel Binning che permette di scattare foto di straordinaria qualità, a 12 Megapixel.

Motorola One Zoom

La seconda fotocamera è un teleobiettivo 3X con sensore da 8 Megapixel in grado di arrivare ad uno zoom complessivo da 10X sfruttando quello ibrido.

La terza fotocamera è dotata invece di un sensore da 16 Megapixel con ottiche grandangolari a 117° mentre la quarta ha il compito di raccogliere i dati sulla profondità grazie ad un sensore da 5 Megapixel.

Infine la fotocamera anteriore è da 25 Megapixel e sfrutta anch’essa la tecnologia Pixel Binning capace di unire 4 pixel in 1.

Display

Motorola

Passiamo invece al display, molto luminoso e di tipo OLED da 6.4 pollici con risoluzione FullHD+ . Nella parte alta è presente anche un piccolo notch a goccia dove è posizionata la fotocamera anteriore.

Processore, Memoria e Batteria

Motorola One Zoom è spinto dal processore di Qualcomm, lo Snapdragon 675 e da 4 GB di memoria RAM. La memoria interna da 128 GB è espandibile grazie ad un micro SD card.

La batteria è invece da 4000 mAh e sfrutta la ricarica super rapida “Turbo Power” da 15W. Presente anche il jack delle cuffie da 3.5 mm, accessorio diventato ormai un miraggio.

Il sistema operativo sarà ovviamente Android, giunto alla versione 9 “Pie”.

Disponibilità e Prezzi

Motorola One Zoom sarà disponibile nei prossimi giorni ad un prezzo lancio di 429 euro. Tre le colorazioni disponibili: Titanium, Violet e Bronze. Per maggiori informazioni potete consultare il sito ufficiale di Motorola.

Motorola e6 Plus

Il Motorola e6 Plus è invece uno smartphone di fascia medio bassa, rivolto ad un pubblico giovane e a chi non ha bisogno di particolari prestazioni.

Motorola e6 Plus

Dimensioni pressapoco simili al fratello maggiore (155,6 x 73,06 x 8,6 mm) ma con un peso leggermente più basso (150 grammi) dovuto ai materiali di minore qualità.

Dispone di un display da 6.1 pollici con risoluzione HD+ (720 x 1560 pixel) e presenta anch’esso un piccolo notch a goccia che contiene la fotocamera anteriore da 8 Megapixel.

Al suo interno troviamo un processore MediaTek Helio P22, Octa Core disponibile con 2 oppure 4 GB di RAM a seconda del modello scelto. Variabile anche il taglio di memoria, da 32 o 64 GB (sempre espandibile).

Motorola e6 Plus

Nella parte posteriore troviamo una doppia fotocamera con sensori da 13 + 2 Megapixel mentre la batteria è da 3000 mAh .

Decisamente attraente il suo prezzo: 169,99 euro . Disponibilità da Ottobre 2019 nel nostro paese, in due colorazioni.