Apple Watch Serie 4 – Rimane al Primo posto – RECENSIONE

Apple Watch serie 4

Nella classifica dei migliori smartwatch attualmente disponibili sul mercato, sicuramente Apple Watch serie 4 si posiziona sul trono più alto. Migliorata la già ottima serie 3, ecco le caratteristiche del nuovo modello di Apple.

Apple Watch serie 4 si migliora e si migliora di molto. Non cambia il suo design e la sua forma quadrata anzi la migliora, smussando gli angoli del più ampio display rendendolo ancora più elegante.

Già, partiamo proprio dal display che ora è più grande del 30% rispetto alla precedente versione con cassa da 38mm. In questo aumentano anche le dimensioni della stessa cassa di alluminio, che passa ora a 40mm.

Apple Watch 4
Apple Watch serie 3 —- Apple Watch serie 4

La dimensione della cassa aumenta di qualche millimetro ma è quasi impercettibile alla vista così come il peso, che sale di qualche grammo.

Apple Watch 4

Diminuisce invece lo spessore, che passa dagli 11.4 mm del serie 3 ai 10.7 mm del nuovo modello.

La parte inferiore, quella a contatto con il polso, viene completamente ridisegnata ed ora è totalmente in ceramica, adottando un solo sensore per il rilevamento del battito cardiaco nella parte centrale.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Passiamo invece a quelle solo le migliorie interne di questo smartwatch. Apple Watch 4 adotta un nuovo processore chiamato S4 decisamente performante e più adatto al sistema operativo (watchOS5).

Apple Watch 4

Aumenta anche la memoria interna di base, per l’archiviazione, che passa dagli 8GB ai 16GB.

Ora tutto diventa fluido, senza lag, istantaneo. E’ davvero un piacere interagire con il nuovo watchOS 5 ed è l’upgrade indispensabile per questo tipo di dispositivo.

Cambiano anche i sensori interni, dal giroscopio all’accelerometro ora più precisi e performanti, in grado di rilevare cadute accidentali e in automatico di avviare una chiamata di emergenza (disattivatile poi tramite l’annullamento dell’operazione).

Apple Watch 4

Inoltre grazie alla maggior precisione di questi, alzando il braccio e portando Apple Watch vicino alla bocca, ci basterà pronunciare il comando e lui eseguirà la richiesta, senza pronunciare il fatidico “Ehi Siri”.

A dirla tutta, l’attivazione è ancora piuttosto acerba e necessità di alcuni aggiornamenti (funziona 5 volte su 10).

Apple Watch 4

Rivisti anche le posizioni del microfono, spostato sulla destra sotto la corona e degli autoparlanti, aumentati di dimensione e potenza.

Apple Watch 4

Migliora decisamente anche la “Digital Crow” ovvero la corona che serve per controllare la maggior parte delle funzioni di Apple Watch 4.

Grazie al nuovo Taptic Engine che dona un feedback ad ogni spostamento dei menù, la corona diventa più precisa e più bella da usare. Inoltre all’interno viene inserito un elettrodo in grado di rilevare i nostri battiti semplicemente appoggiando l’indice al di sopra di essa e formulando un vero e proprio Elettrocardiogramma (ECG).

Apple Watch 4

Ahimè questa funzione arriverà solo negli Stati Uniti entro fine anno e speriamo che venga certificato anche nel nostro paese in “tempi umani”.

NUOVI QUADRATI e NUOVE COMPLICATIONS

L’altra grande novità, in concomitanza con il rilascio di watchOS 5, sono i nuovi quadranti studiati e disegnati appositamente per Apple Watch serie 4.

Apple Watch 4

Grazie a questi nuovi quadranti, il maggiore spazio che offre il nuovo display può essere sfruttato al meglio, inserendo fino a 8 nuove complicazioni in una sola schermata.

Apple Watch 4

Da dire che non ancora tutte le app supportano il nuovo formato di complicazione (es. 2Do, OneNote, ecc) ma sicuramente verranno aggiornate diventando compatibili.

Apple Watch 4

Migliorano anche i testi e i pulsanti che diventano più leggibili e fruibili grazie al display più grande. A mio parere questa è la dimensione più giusta rispetto al 38 mm delle serie precedenti.

Apple Watch 4

ANCHE SENZA SMARTPHONE

Da quest’anno anche in Italia, il nuovo Apple Watch serie 4 può essere acquistato con connettività Cellular ma solo grazie ad un operatore (per il momento), Vodafone.

Grazie a questa funzione sarà possibile utilizzare il nostro Apple Watch anche senza iPhone e quindi potremo effettuare e ricevere chiamate ed SMS.

Tutto questo grazie ad una e-SIM (SIM Virtuale) in grado di “clonare” il nostro numero telefonico per poterlo utilizzare su entrambi i dispositivi.

Apple Watch 4

DISPONIBILITA’, MODELLI e PREZZI

Apple Watch serie 4 porta con se la nuova colorazione Oro che va ad affiancarsi ai nuovi iPhone XS e XS Max.

Rimango le due varianti alluminio e acciaio (da 40 e 44 mm) e aumentano le personalizzazioni grazie alle decine di cinturini disponibili. Personalmente ho optato per il loop in tessuto, morbidissimo e comodissimo.

Per quanto riguarda i prezzi, si parte da 439 euro per la versione con cassa in alluminio da 40mm (indipendentemente dal cinturino) e nella versione solo GPS.

539 euro per la versione GPS+Cellular.

Apple Watch 4

Mentre per la cassa in acciaio, i prezzi partono da 709 euro per la versione con cinturino in tessuto o gomma e 809 euro per la versione con cinturino in maglia milanese (metallo). Entrambi i modelli sono GPS+Cellular.

Apple Watch

Attualmente i tempi di consegna sono compresi tra i 20 e i 25 giorni, destinati ovviamente a scendere con il passare del tempo.

Qui di seguito trovare la mia video recensione e una fotogallery di Apple Watch serie 4. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate e se anche voi avete acquistato e/o sostituito il vostro smartwatch con questa nuova versione.

Maggiori informazioni potete trovarle tramite il sito ufficiale di Apple a questo indirizzo.

FOTOGALLERY

 

 

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

APPLE – Arriva anche il nuovo Apple Watch 4 [IN AGGIORNAMENTO]

Watch 4

Apple presenta al mondo il nuovo Apple Watch 4, con processori più potenti e display più grandi. Si riducono le cornici e di conseguenza aumenta la dimensione del display.

Apple Watch

Il nuovo Apple Watch 4 viene lanciato nelle due versioni, ora con cassa da 40 e 44 mm. Rispettivamente sono il 35% e il 32% più grandi del precedente modello.

Il display, nella versione da 40mm ha una risoluzione di 300×300 pixel mentre nella versione da 44mm, di 330×330 pixel.

Apple Watch

Vengono introdotte finalmente nuove watchfaces dedicate al fitness, al tempo libero e anche watchfaces con animazioni davvero spettacolari!

Apple Watch avrà un nuovo processore, due volte più veloce rispetto alla precedente versione, chiamato S4. E’ stato migliorato anche il microfono per consentire migliore qualità nelle chiamate.

 

Vengono introdotti nuove funzioni e nuovi sensori legati al giroscopio che permettono di effettuare azioni predefinite in caso di emergenza. Viene migliorato notevolmente il GPS e introdotto l’Altimetro.

Apple Watch 4

La parte inferiore di Apple Watch 4 ora è completamente in ceramica ed ora permetterà di controllare il nostro battito cardiaco grazie al visualizzazione dell’Elettrocardiogramma (ECG), sempre, in tempo reale.

 Apple Watch 4

Watch 4

Davvero un passo avanti notevole da parte di Apple! Apple Watch 4 controllerà praticamente il nostro stato di salute, monitorandoci costantemente e avvertendoci quando qualcosa non funziona…

Apple Watch 4

Per quanto riguarda la batteria, Apple dichiara un autonomia di un intera giornata ma questo ovviamente sarà da testare sul campo.

Novità anche per quanto riguarda la Digital Crow che ora è più sensibile e gode del feedback aptico per migliorare la navigazione su Watch 4.

Apple Watch 4

Apple Watch 4 sarà disponibile in 3 colorazioni: Silver, Space Gray e Gold pre ordinabile a partire dal 14 settembre e disponibile da 21 Settembre.

Si parte da 439 euro per la versione con GPS mentre €539 per la versione con connessione dati (disponibile solo in 16 paesi inizialmente).

Si passa poi a 709 euro per la versione con cassa in Acciaio e 809 euro per la cassa in Acciaio e cinturino Loop in maglia milanese.

Di conseguenza viene riposizionato Apple Watch serie 3, ora a partire da 309 euro.

Watch 4

Per quanto riguarda watchOS 5, sarà invece disponibile dal 17 settembre.

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

Honor Band 4 – La nuova Smart Band si sdoppia [AGGIORNATO]

Honor Band 4

Oggi è il giorno di Honor con il lancio dei nuovi 8X e 8X Max ed è anche il giorno della Honor Band 4, la nuova versione della già ottima smartband presentata l’anno scorso.

Honor Band 4

Si era già vista in alcune immagini trapelate nella giornata di ieri, al polso di George Zhao di Honor ma oggi sarà ufficialmente lanciata sul mercato.

Honor Band 4

Vediamo quali sono le caratteristiche di questa Honor Band 4:

  • Dimensioni: 43 x 17,2 x 11,5 mm – 23 g.
  • Display AMOLED 0.95″ con vetro curvo 2.5D
  • Resistenza all’acqua fino a 50 metri di profondità
  • Monitoraggio Frequenza cardiaca
  • Vari Programmi per l’attività fisica
  • Monitoraggio sonno
  • Notifiche su ID Chiamante, SMS, allarmi
  • Bluetooth 4.2 LE
  • Batteria da 100 mAh con autonomia di 14 giorni*
  • Tre colorazioni e 2 modelli disponibili

*nell’uso normale

Il nuovo design di Honor Band 4 dovrebbe garantire un miglior confort ed una migliore esperienza utente con lo schermo touch.

Honor Band 4

Ora il display da 0.95″ è a colori e con tecnologia AMOLED ed è decisamente più visibile anche sotto la luce del sole (punto debole della Honor Band 3). Purtroppo la batteria sarà sacrificata e l’autonomia scenderà sicuramente rispetto ai 30 giorni del precedente modello.

Honor Band 4

Altra probabile grande novità è la presenza di un modulo NFC che permetterà di effettuare pagamenti dal polso con estrema facilità.

Oltre alla versione “classica” è stata presentata anche la versione “Running Edition” che consente anche di essere integrata nelle scarpe per monitorare meglio i passi e le calorie bruciate.

Honor Band 4

I prezzi di Honor Band 4 dovrebbero partire da $29 per la versione “classica” e $19 per versione Running Edition. Disponibilità a partire da ottobre 2018.

In Cina saranno disponibili dal 20 Settembre con prezzi di partenza pari a 199 yuan (25€ circa) e 99 yuan (12€ circa) per la versione Running Edition.

Honor Band 4

Tutto ciò è ovviamente ancora da confermare ma le fonti fanno ben sperare in un modello decisamente rinnovato.

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

Non solo Samsung Note 9, arriva anche Galaxy Watch

Samsung Galaxy Watch

Durante l’evento di presentazione del nuovo Note 9 a New York, nel pomeriggio di ieri Samsung ha presentato anche il nuovo Galaxy Watch.

Galaxy Watch non è altro che il successore del Gear che ora adotta il marchio Galaxy rinnovandosi diventando uno smartwatch più completo, adatto a sportivi e non solo.

Galaxy Watch

Ecco le Specifiche Tecniche

  • Dimensioni: 46 x 49 x 13 mm (versione 46 mm) o 41,9 x 45,7 x 12,7 mm (versione 42 mm)
  • Peso: 63 grammi (46mm) / 49 grammi (42mm)
  • Display: 1,3″ (46 mm) o 1,2″ (42 mm), Super AMOLED circolare (risoluzione 360 x 360), Corning Gorilla DX+
  • Processore: Exynos 9110 Dual core 1,15GHz
  • Memoria interna: 4 GB
  • RAM: 768 MB (versione solo Bluetooth) o 1,5 GB (versione LTE)
  • Connettività: 3G/LTE, WiFi b/g/n, Bluetooth 4.2, A-GPS/Glonass
  • Sensori: Accelerometro, Giroscopio, Barometro, Sensore battito cardiaco, Sensore di luce ambientale
  • Batteria: 472 mAh (46 mm) o 270 mAh (42 mm)
  • Certificazioni: IP68 (immersione fino a 5 atm) / MIL-STD-810G
  • OS: Tizen Based Wearable OS 4.0

GALAXY WATCH

Il nuovo smartwatch di Samsung sarà disponibile in due varianti, da 42 e 46mm ; ovviamente al suo interno ci sarà Tizen basato su wearable OS 4.0, che include le solite tante app che siamo abituati a trovare sugli smartwatch Android Wear e tanti nuovi programmi d’allenamento.

Galaxy Watch

Il sistema operativo sarà spinto dal processore Exynos 9110 (dual core) con 768 MB o 1,5 GB di memoria RAM (a seconda della versione scelta, 42 o 46 mm) e disporrà di 4GB per l’archiviazione della musica all’interno.

Galaxy Watch inoltre supporterà la connettività LTE e quindi il supporto ad un SIM dati 4G, in oltre 16 paesi (probabilmente l’Italia sarà inclusa in questi).

Galaxy Watch

Saranno ben 39 le attività fisiche presenti, per la precisione.

Tra queste sono incluse anche le sessioni di allenamento in acque libere e piscina vista la certificazione IP68 del Galaxy Watch, con immersione fino a 5ATM. Inoltre ci sarà presente un nuovo sistema di tracciamento del sonno, più preciso e in grado di riconosce tutte le fasi del riposo inclusi i clicli REM; grazie a questo il sistema ci suggerirà come riposare meglio e quante ore saranno necessarie per un riposo perfetto.

Galaxy Watch

Una novità interessante, come per Note 9, è relativa alla batteria da 472 mAh che, secondo la casa coreana dovrebbe garantire fino a 7 giorni di autonomia per la versione da 46mm e 5 giorni sulla versione da 42mm (“con uso moderato del smartwatch“)

Non marcheranno NFC che consentirà di pagare tramite Samsung Pay e Bixby che verrà integrato anche nell’ecosistema wearOS.

Galaxy Watch

Galaxy Watch sarà disponibile a partire dal 7 settembre, inizialmente nella sola variante Bluetooth perché la versione con connettività LTE arriverà verso Natale. La versione da 46 mm sarà disponibile nella sola colorazione Argento mentre la versione da 42 mm si potrà ordinare Nera oppure Oro Rosa.

Galaxy Watch

Vasta anche la disponibilità dei cinturini rispettivamente da 22 e 20 mm , realizzati in collaborazione con Braloba.

Qui di seguito le versioni con relativi prezzi:

  • Watch, 42 mm: 309€
  • Watch, 46 mm: 329€
  • Watch LTE, 42 mm: 379€
  • Watch LTE, 46 mm: 399€

 

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

TicWatch PRO il primo Smartwatch con Doppio Display – RECENSIONE

TicWatch PRO
Dopo aver provato con molta soddisfazione il TicWatch E, arriva il momento di provare la versione top di gamma di Mobvoi, il TicWatch PRO. Parliamo di uno smartwatch decisamente più evoluto con caratteristiche diverse e materiali decisamente più pregiati rispetto al precedente modello, che era totalmente il plastica e gomma.
Andiamo con ordine e partiamo appunto dai materiali: La cassa è completamente in metallo e dal peso si capisce subito che si è di fronte ad uno smartwatch maturato, più elegante e rivolto ad una fascia maggiore di pubblico. TicWatch PRO Appare leggermente grande sul mio polso ma non esageratamente, la cassa infatti misura 45 mm x 14,6 mm di spessore ed un peso complessivo di quasi 60 grammi (58,5 g per la precisione). TicWatch PRO La parte interna della cassa, quella a contatto con il polso, integra il sensore per il rilevamento dei battiti cardiaci più piatto e meno sporgente rispetto ai modelli di smartwatch provati fin’ora. TicWatch PRO A fianco ad esso, il connettore a 4 pin magnetico che servirà per ricaricare TicWatch PRO tramite la basetta di ricarica. Il cinturino invece è composto da due materiali, gomma all’interno e simil pelle all’esterno che lo rende sportivo ed elegante allo stesso tempo. E’ comunque facilmente intercambiabile grazie ai gancetti rapidi per la sostituzione di esso. TicWatch PRO Sul lato destro dello smartwatch, troviamo due pulsantoni: quello in basso è personalizzabile ed impostato di base per richiamare i programmi di attività fisica pre impostati. Il secondo, quello in alto, ci consentirà di raggiungere il menù principale delle app utilizzabile poi tramite gli swipe sul display (non esiste una corona o digital crow per scorrere nei menù). TicWatch PRO Poi la novità più interessante, più innovativa: il display. Anzi il doppio display. TicWatch PRO infatti integra due display posizionati uno sopra l’altro; il primo è il “display principale”, AMOLED da 1.39 pollici con risoluzione 400×400 pixel e un ottima visibilità in tutte le circostanze di luce. L’altro, il secondario, è un pannellino delle stesse dimensioni, LCD con tecnologia FSTN che ci consente di avere il display dello smartwatch riportante l’ora, sempre visibile. TicWatch PRO In pratica è come avere un always display ma con una tecnologia simile a quella utilizzata sui vecchi Casio, degli anni 80-90.   Interessante il fatto che questa modalità, si attiva automaticamente quando il sistema rileva uno “stato di riposo” del nostro polso e ci permette comunque di tenere sempre visibili data e ora, passi, calorie bruciate, battito cardiaco e percentuale residua di batteria. TicWatch PRO Questa modalità chiamata “Essential Mode” può essere anche attivata in modalità manuale consentendo di portare l’autonomia di TicWatch PRO fino a circa 30 giorni! TicWatch PROGià, e l’autonomia in modalità “classica”? Due giornate piene, con la modalità ibrida AMOLED + LCD , con notifiche attive, attività fisica e utilizzo medio alto del dispositivo. Quindi piuttosto buono il risultato finale, considerando la media attualmente sul mercato. Si ricarica in circa 1 ora e 15 minuti. TicWatch PRO All’interno troviamo un processore Snapdragon Wear 2100 Quad Core con frequenza di 1.2 Ghz, 512 MB di RAM e 4GB di storage interno per memorizzare brani musicali. Nessun problema per il sistema operativo, wearOS girà bene, fluido e senza alcun tentennamento. TicWatch PRO Nessun problema ovviamente anche per le notifiche, impostabili dall’app nativa di Mobvoi e personalizzabili a seconda delle nostre preferenze. TicWatch PRO Si può interagire con essere, con dettatura vocale oppure digitando sulla piccola tastiera a schermo (ovviamente piuttosto scomoda). TicWatch PRO Abbastanza completa la modalità Fitness che racchiude al suo interno i principali programmi di allenamento incluso quelli relativi al nuoto, visto che TicWatch PRO è certificato IP68 e quindi resistente all’acqua fino alla profondità di 1,5 metri per 30 minuti. Il rilevamente dei battiti cardiaci è abbastanza preciso ma non precisissimo; ho notato particolari differenze confrontandolo con Apple Watch (a sua volta confrontato con un cardiofrequenzimetro medico) sia nel rilevamento del battito, sia nel rilevamento del percorso tramite GPS. TicWatch PRO Per quanto riguarda le connessioni, troviamo il Wi-fi che ci consente di accedere direttamente dal TicWatch al Play Store e il Bluetooth non del tutto perfetto. Ho avuto qualche problema di stabilità generale ma c’è da dire che sul mio iPhone erano collegati più dispositivi (smartband, Air Pods, ecc..) e quindi il problema potrebbe essere legato al Bluetooth di Apple. Presenti anche l’NFC e il GPS come detto in precedenza abbastanza preciso ma con un sgarro rispetto ad Apple Watch di circa 200 metri sul percorso fatto. Come detto l’app di Mobvoi è più completa rispetto a quella ufficiale di wearOS e permette di tenere sottocontrollo decisamente meglio, le nostre giornate e le nostre attività fisiche. Da migliorare ancora la traduzione ma siamo decisamente sulla buona strada. TicWatch PRO app Infine i Modelli e il Prezzo. Due sono le versioni: con corona cromata e completamente nera. Costa 249 euro e lo si può aquistare tramite Amazon oppure tramite il sito ufficiale di Mobvoi. Non è sicuramente un best buy ma è decisamente un innovativo dispositivo che posa le basi per l’evoluzione di una nuova tecnologia a doppio display. Qui di seguito trovare la video recensione completa del dispositivo. Fateci sapere nei commenti in basso, cosa ne pensate e se avete già acquistato un TicWatch PRO anche voi!
Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

Amazfit Stratos 2 – Non mi ha Convinto! – RECENSIONE

Amazfit Stratos

Tra gli smartwatch di spicco sul mercato, troviamo anche questo Amazfit Stratos 2, uno sportwatch che mi ha incuriosito per le sue caratteristiche sulla carta ma sotto certi aspetti non mi ha convinto. Capiamo il perché in questa recensione!

Partiamo dal design. E’ sicuramente il punto forte di questo Amazfit Stratos 2 perché, con la sua forma circolare da cronografo professionale, si presenta davvero bene al polso. C’è da dire però che le dimensioni sono piuttosto importanti in questo caso dato che i 47 mm di diametro su un polso piuttosto esile come il mio, si fanno notare.

Amazfit Stratos 2

Nonostante tutto però, Amazfit Stratos 2 è abbastanza leggero grazie alla cassa in policarbonato rivestita con un film di carbonio e grazie al cinturino in morbida gomma, il tutto non supera i 60 grammi. Sul lato destro della cassa sporgono ben visibili i 3 pulsanti e anche qui l’ingombro si fa sentire, tanto da diventare un pò scomodo quando pieghiamo il dorso della mano verso l’esterno.

Amazfit Stratos 2

La parte inferiore della cassa include anche il sensore per il rilevamento del battito cardiaco che è piuttosto preciso in tutte le circostanze. Tornando invece al cinturino, è da 22 mm ed è facilmente sostituibile grazie allo sgancio rapido.

Amazfit Stratos 2

DISPLAY

Poi arriviamo al display, altra parte negativa di questo Amazfit Stratos: le dimensioni sono le classiche ovvero da 1.34 pollici e la tecnologia utilizzata è LCD Transflective con risoluzione da 320 x 300 pixel. Questo display può godere della funzione Always on e quindi appare sempre acceso, anche se in modalità basso consumo. La retroilluminazione però, non aiuta nelle situazioni intermedie ovvero in quelle circostante nelle quali la luce non è forte e nemmeno debole.

Amazfit Stratos 2

Quando si ricevono infatti le notifiche dal nostro smartphone si fa fatica a leggere, in particolare se siamo in giro con gli occhiali da sole; inoltre se incliniamo il display la visibilità peggiora ancora. Discreta invece la visione notturna ma anche qui, questo display non fa miracoli.

La luminosità automatica funziona sufficientemente bene ma per ottenere un risultato accettabile, si è costretti ad utilizzarla al massimo. Il touch funziona abbastanza bene ed è possibile comunque, spostarsi nel menu grazie ai tasti fisici; il primo in alto consente anche di sbloccare lo smartwatch dallo stato di stand by.

Amazfit Stratos 2

PROCESSORE e MEMORIA

Amazfit Stratos 2 monta un processore da 1,2 GHz, 512 MB di RAM e 4 GB di memoria per caricare musica all’interno, anche se solo 2GB sono effettivamente utilizzabili perché gli altri sono occupati dal sistema operativo e dalle app pre-installate.

 

Amazfit Stratos 2

Tra i vari sensori quali giroscopio, bussola e Bluetooth 4.2 troviamo anche il Wi-Fi che è sinceramente superfluo.

SISTEMA OPERATIVO/INTERFACCIA

L’interfaccia del sistema operativo è piuttosto piacevole e ben organizzata anche se pecca su qualche parte mal tradotta o addirittura ancora in inglese. Troviamo praticamente tutto cosa è necessario trovare su uno smartwatch: dal cronometro alle sveglie, ai programmi di attività fisica (ce ne sono 12 a disposizione), un player musicale, il meteo della settimana e anche una bussola.

Buona anche la gestione delle notifiche: funzionano con tutte le app installate sul nostro smartphone e sono precise e puntuali ma non vengono memorizzate le cronologie delle conversazioni sulle app di messaggistica. Inoltre non vengono visualizzate ne le immagini, ne le emoticons che riceviamo. Tutto ciò è ovviamente personalizzabile tramite l’app da smartphone da dove potremo decidere quali widget visualizzare, su quali app attivare le notifiche e anche attivare la modalità “Non disturbare” in diverse fasce del giorno/notte.

Amazfit Stratos 2

Come già detto, il rilevamento del battito cardiaco è abbastanza preciso (confrontato con un Apple Watch serie 2) così come il rilevamento dell’attività fisica, con contapassi, calorie bruciate e distanza percorsa grazie al modulo GPS al suo interno. Tra i tanti programmi d’allenamento a disposizione, troviamo anche Tennis e Calcio che ci consentiranno ti tenere traccia dei set oppure dei tempi di gioco di entrambi gli sport.

Amazfit Stratos 2

Inoltre troviamo anche il rilevamento del sonno anch’esso abbastanza preciso.

BATTERIA

Batteria da 240 mAh e qui spezziamo un altra lancia a favore di Amazfit Stratos, perché l’autonomia di questo smartwatch è davvero buona, in grado di coprire anche le 3 giornate complete e ricaricarsi in circa 1 ora. Beccato per il sistema di ricarica: la basetta in dotazione è piuttosto macchinosa da agganciare al dispositivo o perlomeno non è così immediata da agganciarsi allo smartwatch.

Amazfit Stratos 2

APPLICAZIONE

L’app di Amazfit è abbastanza ben realizzata ed è ovviamente disponibile sia per iOS che per Android. Nella home page troviamo riassunti i nostri progressi della giornata, dai passi fatti basati sull’obbiettivo prestabilito, allo stato della batteria dello smartwatch, alla frequenza cardiaca e al rilevamento del sonno. Ogni sezione è ovviamente esplorabile con ulteriori dettagli e dati.

Amazfit App

Nella sezione “Io” potremo impostare, oltre ai nostri dati fisici, anche i vari quadranti tra quelli pre installati nell’app.

DISPONIBILITA’ e PREZZO

Amazfit Stratos 2 è disponibile con un prezzo di circa 159€ ed è acquistabile sia su GearBest che su GeekMall; personalmente ho optato per quest’ultimo e devo dire che mi sono trovato piuttosto bene, sia come chiarezza delle informazioni sia come tempi di consegna (circa 2-3 giorni lavorativi).

Amazfit Stratos 2

CONSIDERAZIONI FINALI

Uno smartwatch sicuramente bello da vedere, elegante e allo stesso tempo sportivo forse più adatto all’attività di tutti i giorni che non all’attività sportiva. Il prezzo è sicuramente allettante ma ci sono da considerare alcuni aspetti importanti e fondamentali che pregiudicano un po l’utilizzo giornaliero del dispositivo. Il display in primis, che lo rende difficile da consultare, le dimensioni impegnative se non si ha un polso “robusto” e il sistema di ricarica “poco smart” e poco pratico.

Insomma a parità di prezzo e addirittura risparmiando anche qualcosettina, TicWatch E vince a mani basse se non fosse per l’autonomia della batteria piuttosto limitata.

FOTOGALLERY

 

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

NO.1 F6 Smartwatch con Autonomia e Prezzo Incredibile

NO.1 F6 Smartwatch GearBest Italia

Uno dei più grandi problemi legati agli smartwatch attuali è sicuramente l’autonomia ma non la regola non vale per NO.1 F6. Questo dispositivo, attualmente in offerta lampo a soli 26 euro, solo per pochi giorni, promette infatti fino a 120 giorni di autonomia in Standby e oltre 50 giorni di utilizzo medio quotidiano, in pratica potremmo dire quasi un record raffrontando a quanto offrono oggi le soluzioni concorrenti.

NO.1 F6 smartwatch

NO.1 F6 riesce ad ottenere dei risultati così incredibile al chip a basso consumo NRF51822, che promette un buon bilanciamento tra autonomia e prestazioni dal punto di vista dell’usabilità quotidiana. Questo dispositivo funziona sia con Android sia con iOS a patto che, le versioni si superiori rispettivamente ad Android 4.4 e iOS 9. Il tutto ovviamente viene gestito tramite Bluetooth e tramite l’app dedicata Fundo Pro, dalla quale si possono salvare e sincronizzare i dati raccolti.

NO.1 F6 smartwatch

NO.1 F6 è dotato, come la maggior parte degli smartwatch, di giroscopio che consente di attivare automaticamente il display, semplicemente ruotando o sollevando il polso. Vengono supportate le notifiche da tutte le app presenti sul nostro smartphone (almeno così dichiara l’azienda) e sono presenti diverse funzioni tra le quali sveglia, cronometro e ricerca dello smartphone, facendolo squillare per rintracciarlo nel caso lo avessimo smarrito in un altra stanza.

NO.1 F6 smartwatch

NO.1 F6 è impermeabile per immersioni fino a 50 metri, resiste alla polvere, alle cadute, ai graffi e alla corrosione. E’ provvisto di vari programmi di allenamento tra i quali corsa, bicicletta, step, allenamento in piscina con il conteggio vasche ed è dotato di GPS incorporato. Grazie poi ai sensori integrati può monitorare la frequenza cardiaca, dei passi, della distanza percorsa e delle calorie bruciate.

Chiaramente bisognerà appurare soltanto provandolo, quanto veritieri siano i dati registrati da tali sensori. Speriamo di poterlo avere presto sul nostro banco di prova per poterlo testare per qualche giorno.

E’ in offerta lampo NO.1 F6, uno smartwatch con GPS progettato specificamente per l’attività sportiva: con una batteria che assicura 120 giorni di autonomia in Standby, costa solo 26 euro e potete trovarlo su GearBest ! Affrettatevi, la promozione è valida fino a fine settimana!

 

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

Evento Mobvoi : TicWatch PRO e molte altre Novità!

Nelle scorse ore a Pechino si è tenuto l’evento di Mobvoi che ha presentato tutta una serie di nuovi prodotti tra i quali spicca il nuovo TicWatch PRO, andiamo a vedere quali altri prodotti sono stati presentati…

Senza dubbio il protagonista assoluto dell’evento, è stato il nuovo TicWatch PRO – fratello maggiore dei TicWatch S e TicWatch E che va però a ricoprire il ruolo di top di gamma sulla categoria smartwatch.

Mobvoi TicWatch PRO

E’ dotato di un processore Qualcomm Snapdragon Wear 2100 capace di spingere al massimo il sistemo operativo Wear OS di Google con Assistant integrato; non mancano ovviamente i supporto a eSIM, Bluetooth, Wi-Fi, GPS, NFC e l’immancabile certificazione IP68. 

La vera chicca e la vera grande novità presentata da Mobvoi, arriva però dal display anzi dal Doppio Display; è già, in pratica sarà possibile sfruttare lo smartwatch in due modalità: una classica – con tutte le funzionalità che siamo abituati ad avere su un dispositivo da polso quali notifiche, monitoraggio dell’attività giornaliera, ecc… – ed una votata al risparmio energetico.

Mobvoi TicWatch PRO

Per il primo (display primario) abbiamo un display OLED da 1.4 pollici mentre per il secondo troviamo un LCD FSTN monocromatico che l’utente si troverà ad utilizzare esclusivamente per visionare l’ora, la data, la carica residua ed utilizzare l’NFC ed alcune altre feature basilari. In questa modalità, quindi, l’utente non sarà in grado di ricevere notifiche ne di interagire con le app installate sul dispositivo bensì TicWatch PRO continuerà a monitorare frequenza cardiaca.

TicWatch PRO

Ticwatch Pro verrà lanciato ufficialmente il 15 giugno, al prezzo di 1499 yuan (200 euro circa) in due varianti, una senza e una con connettività 4G, che vedrà la luce nella seconda metà del 2018 ad un prezzo che dovrebbe rimanere sotto i 300 euro.

L’azienda ha inoltre presentato anche un nuovo Smart Speaker dedicato ai più piccoli, con caratteristiche molto semplici ed un design “adorabile”. Certificazione IP67 contro la polvere e l’acqua, batteria da 2500 mAh e 1 GB di spazio di archiviazione per archiviare i brani musicali. Si chiama TicKasa Fox e secondo quando dichiarato da Mobvoi, sarà in grado di raggiungere le 21 ore di riproduzione continua48 ore di autonomia in standby.

TicKasa Fox

Lo smart speaker per bambini sarà disponibile dal 1 giugno, con un prezzo che si aggirerà intorno ai 66 euro.

Sarà presente anche una versione “lite” ovvero il TicKasa Nano, che varierà oltre nelle dimensioni anche nelle caratteristiche tecniche: batteria sempre da 2500 mAh ma con processore MediaTek MT2601, dual-core fino a 1.2 GHz, 512 GB RAM e 4GB di storage interno. Il prezzo dovrebbe essere simile al precedente così come la data di lancio.

TicKasa Nano

Infine TicPod Solo gli auricolari True Wireless di Mobvoi. In realtà questo non è proprio un nuovo accessorio bensì un evoluzione delle TicPod Free; in questo caso, infatti, gli utenti cinesi potranno acquistare un singolo auricolare al posto della coppia.

TicPod free Mobvoi

Il prezzo si dovrebbe aggirare intorno ai 39 euro ma non si conosce attualmente la data del rilascio al pubblico…

TicPods colors

 

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

Fitbit Versa lo Smartwatch che non fa rimpiangere Pebble

Fitbit Versa

Pebble, il primo vero smartwatch in grado di funzionare sia con iOS che con Android è definitivamente andato in pensione o meglio Fitbit ha acquistato l’azienda californiana per sviluppare e rilanciare il suo smartwatch a livello mondiale. L’ultimo arrivato nella azienda americana si chiama Fitbit Versa ed ha tutte le caratteristiche per competere con i top del settore.

Fitbit Versa

Nel design effettivamente, ricorda parecchio il “buon vecchio” Pebble Time ma in questo caso migliora lo schermo, migliorano le prestazioni, migliora il prodotto in generale.

La sua batteria non è performante come il suo predecessore ma offre comunque un’autonomia di oltre 4 giorni, con monitoraggio continuo del battito cardiaco, musica senza telefono, app, esercizi guidati e molto altro.

Fitbit Versa è dotato di uno schermo LCD da 1,34 pollici (risoluzione 300×300 pixel) a colori e touch screen in grado di garantire un ottima visibilità anche sotto la luce del sole (1000 nits); la cassa è in alluminio e il corpo è completamente in metallo e misura soli 11,4 mm di spessore per un peso complessivo di circa 32 grammi.

Fitbit Versa

Inoltre Fitbit Versa è uno smartwatch impermeabile, con una resistenza fino a 50 metri di profondità e può essere tranquillamente utilizzato in piscina grazie ai programmi specifici per le misurazioni delle bracciate e delle vasche.

Fitbit Versa dispone inoltre di innumerevoli sensori per la misurazione delle nostre prestazioni di allenamento; oltre al Bluetooth 4.0 troviamo anche accelerometro, giroscopio, altimetro, sensore SpO2, NFC e Wifi di tipo 802.11 b/g/n. Fitbit Versa permette infatti di monitorare diversi tipi di allenamenti tra cui la corsa, il nuoto, la ginnastica, il ciclismo e lo yoga, grazie alla possibilità di rilevare il numero di passi compiuti, le calorie bruciate e la qualità del sonno.

Fitbit Versa

Una peculiarità del Fitbit Versa, primo dispositivo wearable ad integrare questa caratteristica, è la possibilità di monitorare i cicli mestruali, cogliendone i sintomi e fornendo un quadro completo della situazione.

Un punto di merito del Fitbit OS 2.0 è la compatibilità con le diverse piattaforme da Android, ad iOS fino a Windows Phone. Sarà possibile ovviamente visualizzare notifiche da app, chiamate, calendario e messaggi di testo dal proprio smartphone e per gli utenti Android sarà anche possibile inviare risposte rapide personalizzate a SMS e app di messaggistica.

Fitbit Versa

Fitbit Versa è disponibile in tre diverse colorazioni + 2 in Special Edition con la possibilità di essere ulteriormente personalizzato grazie ai molti cinturini a disposizione; potete trovare maggiori informazioni tramite il sito ufficiale da dove sarà acquistabile al prezzo di € 199 a partire da metà aprile quindi tra pochissimi giorni.

Fitbit Versa colors

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.

TicWatch – Smartwatch Android Wear 2.0 – RECENSIONE

TicWatch credo sia il giusto compromesso tra un bel design, buone prestazioni, adattabilità e soprattutto con un ottimo rapporto qualità-prezzo, il migliore attualmente sul mercato degli smartwatch.

Dopo averlo provato per un decina di giorni posso effettivamente stilare un resoconto più che positivo su questo smartwatch, lanciato sul mercato qualche mese fa e già andato a ruba in molti paesi.

Mobvoi è l’azienda che produce questi interessanti indossabili e si era fatta conoscere qualche mese fa grazie ad una campagna di crowdfunding su Kickstarter dove raccolse in tempi record, i fondi necessari a concludere il progetto TicWatch Sport e TicWatch Express.

DESIGN e MATERIALI

TicWatch E ha una cassa in policarbonato di ottima qualità perchè oltre a resistere bene ai graffi e alla cadute, è anche certificato IP67 quindi resistente anche ad acqua e polvere; anche se i materiali non sono definiti “Premium” sono comunque di ottima qualità e questo va detto. Il cinturino intercambiabile da 22 mm è in morbida gomma e non fa sudare quando eccessivamente neanche durante le sessioni di allenamento.

TicWatch E Materiali

Il design è minimale, molto pulito, con un solo pulsante fisico posto sul lato sinistro della cassa che misura 44 mm di diametro per uno spessore di 13,5 mm ed un peso di circa 40 grammi.

DISPLAY

TicWatch E display

La parte che spicca maggiormente è sicuramente il suo display, OLED da 1,4 pollici con risoluzione di 400 x 400 pixel e con una densità di 287 ppi. Si vede bene alla luce del sole ma direi in tutte le circostanze anche se manca il sensore di auto regolazione della luminosità ed è necessario quindi, regolarla manualmente quando siamo all’interno o al buio. Questa è una piccola pecca perché quando posizioniamo lo smartwatch in ricarica (ad esempio sul comodino) il display rimane troppo luminoso e può dar fastidio se lo lasciamo nella stanza buia.

PROCESSORE e MEMORIA

Il sistema operativo, Android Wear 2.0, gira molto bene ed è molto fluido grazie al processore MediaTek MT2601 Dual Core da 1.2 Ghz e a 512 MB di RAM ; abbiamo a disposizione anche 4 GB di memoria interna per poter archiviare i brani musicali da ascoltare durante le sessioni di allenamento, senza dover portarci dietro lo smartphone.

TicWatch E

BATTERIA

La batteria presente su TicWatch E è da 300 mAh e mi ha consentito senza troppi problemi di portare lo smartwatch a tarda sera con un autonomia media di circa il 20% . I tempi di ricarica sono piuttosto bassi, in circa 1 ora e mezza si ricarica completamente da 0 a 100%. Come gran parte degli smartwatch presenti sul mercato è comunque necessario ricaricarlo tutte le sere. Per quanto riguarda il sistema di ricarica, all’interno della confezione, abbiamo un cavetto USB magnetico che si aggancerà nella parte inferiore della cassa per ricaricare il dispositivo.

TicWatch ricarica

Bisogna sottolineare, inoltre, che il display rimane sempre acceso, o meglio, il quadrante passa dalla modalità normale alla modalità “always on” mantenendo (su gran parte dei quadranti) la stessa interfaccia ma senza colori; questo è un aspetto che mi piace molto perché l’ora è sempre disponibile e non è necessario ruotare per forza il polso, per attivare il display e visualizzarla.

FUNZIONALITA’

Pur essendo un dispositivo basato su Android, TicWatch E funziona molto bene anche con la concorrenza ovvero iOS; la mia prova infatti è stata di utilizzarlo volutamente con un iPhone per vedere come si comportava in un ambiente “un po diverso” da quello nativo. Nessun problema per le notifiche, che si ricevono da tutte le app presenti sullo smartphone, bene anche gli SMS e le chiamate alle quali potremo rispondere direttamente dallo smartwatch con una qualità complessiva dell’audio abbastanza buona.

Possiamo accedere al menu delle applicazioni pre-installate, tramite l’unico pulsante fisico disponibile posto alla sinistra del display; tenendolo premuto possiamo anche attivare la funzione “Ok Google” che ci consentirà la dettatura vocale e l’interazione con l’assistente vocale integrato.

TicWatch E

Il tutto o quasi, gestibile dall’app Android Wear o dall’applicazione nativa TicWatch disponibile anche qui per entrambe le piattaforme. Ho detto “quasi” perchè su Android la personalizzazione è maggiore, come mi è già capitato di vedere e provare su altri smartwatch. Le impostazione essenziali però ci sono e dall’app nativa possiamo anche monitorare costantemente ed accuratamente le nostre sessioni di allenamento o di attività giornaliera. Grazie al sensore di battiti cardiaci posto a contatto con il polso, possiamo monitorare costantemente i battiti per avere sempre sotto controllo il nostro stato di salute.

Tra le applicazioni presenti pre installate potremo usufruire di “Google Fit” e “Fitness” nelle quali saranno presenti diverse categorie di allenamento indoor e outdoor completamente personalizzabili.

TicWatch app iOS

CONNETTIVITA’ e SENSORI

TicWatch E dispone di GPS, accelerometro, bussola, Bluetooth 4.1 e Wi-fi (b/g/n) con il quale potremo aggiornare il sistema operativo direttamente dal dispositivo e scaricare app e quadrati dal Play Store integrato. Peccato per la mancanza di un sensore NFC.

CONCLUSIONI e PREZZO

Mi sento senza dubbio di consigliarvi questo smartwatch, prima di tutto e quasi soprattutto per il prezzo:  € 149,00  è anche sinonimo di prezzo più basso sul mercato per un Android Wear 2.0. Le caratteristiche tecniche sono più che valide così come la qualità generale del prodotto. TicWatch E mi ha colpito e stupito sotto certi aspetti, peccato veramente per quel sensore di luminosità e per la mancanza dell’NFC che l’avrebbero reso sicuramente un Best Buy.

TicWatch E è disponibile tramite il sito ufficiale da dove potrete trovare, oltre al modello alternativo “S” al prezzo di € 199 , anche diversi accessori e cinturini alternativi con prezzi veramente molto interessanti. TicWatch è anche disponibile su Amazon a questo indirizzo.

Di seguito come ad inizio articolo, trovate la mia recensione e la fotogallery del prodotto; con l’occasione vi invito ad Iscrivervi al Canale YouTube per sostenere questa passione !

FOTOGALLERY

 

Se desiderate ricevere aggiornamenti su questa ed altre notizie, potete iscrivervi alla nostra NewsLetter tramite la pagina iniziale del sito e consultare il nostro canale YouTube per vedere le ultime recensioni dei prodotti.