iPhone X evoluzione si ma… – RECENSIONE

Ho l’impressione che le cose in Apple vengano fatte perchè DEVONO essere fatte. iPhone X mi ha restituito questa impressione, non del tutto negativa ma non ha mi ha colpito come in passato mi aveva colpito.

Partiamo dall’inizio e andiamo con ordine.

iPhone X

QUALITA’ & DESIGN

Apple ormai ci ha abituato a prodotti di qualità e senza dubbio ritengo che sotto questo aspetto iPhone X sia il meglio in commercio. Vetro e acciaio lo rendono elegante, piacevolissimo al tatto e iconico senza eguali. Unico, ma importante neo, la fotocamera posteriore a mio avviso “antiestetica” nonchè ingombrante quando lo si appoggia sulla scrivania.

Le dimensioni sono piuttosto contenute tanto che non si nota granchè la differenza tra i precedenti modelli 6, 6S, 7 e 8 se non per il peso. Ok 25 grammi in più nelle tasche non fanno differenza ma quando lo si usa, si percepisce subito l’aumento di peso. I materiali utilizzati inoltre lo rendono scivoloso, non come altri modelli da me provati, ma tanto da dover ricorrere ad una cover in silicone per evitare spiacevoli inconvenienti.

iPhone X Materiali

Poi le colorazioni, due, Argento e Space grey. Nella prima spicca la cornice cromata che rende il dispositivo unico nel suo genere e come da tempo, alla Apple, non lo si vedeva. Nella seconda, le cornici “si perdono” un po in una colorazione più classica che rendono però la fotocamera posteriore meno “evidente”.

DISPLAY

Una novità importante, che doveva essere introdotta e che finalmente è arrivata anche a Cupertino.

iPhone X display OLED

Il nuovo display OLED da 5,8 pollici con risoluzione di 2436×1125 pixel a 458 ppi, è luminoso, con colori brillanti e ampio, come quello di iPhone Plus. Copre praticamente il 95% della parte frontale del dispositivo se non fosse per l’ormai famoso “Notch” che rimane un altro “?” come la fotocamera posteriore. E’ un display che integra la tecnologia True Tone (già vista su iPad Pro da 9.7 pollici), in grado di adattarsi all’ambiente che ci circonda, regolando automaticamente la tonalità. Abbiamo ancora il 3D Touch come sui modelli precedenti ma sparisce dopo 10 anni, il tasto Home lasciando alle gestures, il controllo totale del dispositivo.

FACE ID

Già, sparisce il tasto Home e sparisce anche il Touch ID. La rivoluzione è ora chiamata Face ID.

iPhone X FaceID

Ma è di rivoluzione che stiamo parlando? Sotto l’aspetto della sicurezza, stando a quanto dichiarato da Apple, si direbbe di si vista la percentuale di errore pari a 1 su 1.000.000 ma a mio parere non sotto l’aspetto di rapidità e comodità d’uso. Lo so vado contro corrente verso tutti quelli che dichiarano il Face ID “ultra rapido” e comodissimo ma secondo me non lo è. Il tempo di sblocco non si può paragonare certo a quello di un Touch ID (prendo l’esempio della concorrenza Honor 9 che non si aveva nemmeno il tempo di avvicinare il dito che il dispositivo era già stato sbloccato – qui trovate la mia recensione) ma tra l’animazione del lucchetto di sblocco e lo swipe verso l’alto per sbloccare la schermata home, passano quasi 2 secondi…

iPhone X FaceID sensori

Stiamo parlando ovviamente di pochissimi instanti ma la cosa mi sembra “troppo macchinosa” e non una “botta di rapidità”. Detto questo, Face ID funziona bene, sia con gli occhiali da sole, sia con quelli da vista, sia di notte che di giorno contro sole e poche volte non sono riuscito a sbloccare il dispositivo (ma a volte è successo, per nessuno dei motivi appena citati).

Apple lavorerà sicuramente sulla rapidità e affidabilità, ne sono certo e iOS 12 + un futuro iPhone X “2” porteranno con se molte migliorie…

SISTEMA e LE NUOVE GESTURES

Beh iOS 11 non fa sicuramente fatica a girare con un processore così potente. L’ A11 Bionic di Apple sorprende veramente perchè rende tutto istantaneo e fluido, nessun lag e grande rapidità in tutto. Lo si può già capire da alcune nuove gestures inserite in esclusiva per iPhone X:

per esempio possiamo passare da un app all’altra semplicemente facendo un swipe da sinistra verso destra sulla piccola barra in basso; sembrerà di sfogliare le foto del nostro rullino e invece saranno le app aperte in background sul nostro iPhone. Si questo è il vero multitasking.

iPhone X A11 Bionic

Nuova anche l’azione per richiamare le stesse app in background; ora si deve fare uno swipe dal basso verso il centro destra (creando una sorta di mezza luna) mentre per chiudere le app aperte, basterà uno swipe dal basso verso l’alto. Poco comodo invece il centro di controllo che ora si richiama dall’angolo in alto a destra facendo uno swipe verso il basso (dall’angolo sinistro possiamo richiamare il centro notifiche).

iPhone X multitasking

Macchinoso invece il sistema per chiudere le app in background (non che si debbano chiudere per forza ma…) infatti dopo essere entrati nel multitasking dobbiamo tenere premuto le app e chiuderle facendole scorrere verso l’alto (o in alternativa premere il piccolo badge posto nell’angolo in alto a sinistra della card).

Insomma tutte piccolezze, un po come la mancanza della percentuale della batteria (ora visibile solo tramite il centro di controllo) ma quando sei abituato a poche operazioni per fare un determinata cosa, raddoppiarle non è proprio un salto in avanti …

FOTOCAMERA

iPhone X integra una doppia fotocamera posteriore con sensori da 12 Megapixel e apertura f/1.8 per il grandangolo e f/2.4 per il teleobiettivo; al centro viene posizionato il Flash True Tone quad-LED con Slow Sync che permette di scattare delle ottime foto in notturna. Come su iPhone 8, dispone di uno zoom 2X che consente di utilizzare il teleobiettivo per ingrandimenti senza perdita di qualità. La qualità complessiva è veramente ottima, molto reali i colori e grande prestazioni in notturna anche senza flash.

iPhone X fotocamera

I video possono arrivare fino ad una risoluzione di 4K a 60 Fps con stabilizzazione ottica dell’immagine; inoltre possono essere ridotti e si possono girare clip video da 720p a 240 Fps con uno slow motion mai visto su un dispositivo Apple.

iPhone X Fotocamera

La fotocamera anteriore invece, è da 7 Megapixel con apertura f/2.2 che consente di registrare video a 1080p e grazie alla nuova modalità “Ritratto” anche dei selfie unici grazie a nuovi effetti creati da Apple in esclusiva per iPhone X (attualmente ancora in fase beta).

AUDIO

Nulla da dire, chiaro, pulito, forte ma non distorce mai. Era già ottimo quello di iPhone 6S e 7 ed Apple non delude quasi mai sotto il profilo audio.

BATTERIA

Qui finalmente ci siamo. Nel mio caso, nella mia giornata tipo, iPhone X mi porta alle 23 di sera con un residuo, mediamente del 35% consentendomi di completare senza problemi la giornata lavorativa. Nella video recensione potrete vedere una “giornata stress” che mi ha veramente impressionato…

DISPONIBILITA’ , MODELLI e PREZZI

iPhone X al momento della scrittura dell’articolo, è disponibile con spedizione entro 1-2 settimane ed è possibile ordinarlo nelle due colorazioni “Silver” e “Space Grey” nei tagli di memoria da 64 e 256 GB.

iPhone X modelli

Il prezzo, aihmè è una nota dolente ed è il motivo per il quale mi ha spinto a non “amare del tutto” il nuovo iPhone; € 1.189,00 per la versione da 64 GB e € 1.359,00 per la versione da 256 GB.

Maggiori informazioni e per ordinare il dispositivo potete consultare il sito ufficiale a questo indirizzo mentre in basso trovate la mia video recensione. Con l’occasione vi ricordo di iscrivervi al nostro canale e di lasciare un “Mi piace” al video se vi è piaciuto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.